Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Uriel Septim VI

1 219pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Uriel Septim VI (3E 285 - 3E 317) è stato il diciottesimo Imperatore di Tamriel appartenente alla Dinastia Septim. Viene tutt'ora ricordato come Imperatore debole ed indisciplinato e, a differenza del padre, Uriel V, non possedeva nessuna abilità guerriera e non aveva nemmeno ereditato il dono dei Sangue di Drago. Per questo motivo il Consiglio degli Anziani e i soldati non gli mostrarono mai il dovuto rispetto e spesso era anche deriso dal popolo nelle piazze di tutte le città più importanti di Tamriel. "Non aveva praticamente nulla di Tiber Septim".

Biografia Modifica

Suo padre, Uriel Septim V, morì eroicamente nella Battaglia di Ionith durante l'invasione del Continente di Akavir (3E 290) e lui fu incoronato Imperatore all'età di cinque anni. Il Consiglio degli Anziani nominò la consorte di Uriel V, Thonica, reggente fino alla maggiore età di Uriel VI. In questi anni il Consiglio approfittò della mancanza di un potere forte alla guida dell'Impero per assicurare ai propri membri immensi profitti personali, impoverendo la maggior parte delle Province e fomentando il malcontento. Ma quando Uriel VI raggiunse l'età di 22 anni nel 3E 307 e gli fu affidato il governo di Tamriel, la sua azione politica stravolse non poco nelle decisioni del Consiglio e dei Cancellieri Imperiali e l'unico potere che gli concesse di esercitare fu il diritto di veto sulle leggi.

Nei sei anni successivi alla sua incoronazione, l'Imperatore usò spesso il potere del veto sulle leggi riuscendo a svincolarsi dai tentativi dei Consiglieri di alterare le sue decisioni. Inoltre fece assassinare i membri del Consiglio che non condividevano le sue opinioni. La sua sorellastra Morihatha Septim fu sua alleata durante questo periodo, anche grazie al suo matrimonio con lo Jarl Ulfe Gersen di Winterhold, che le permise di ottenere una grande influenza. Il saggio Arcimago Ugaridge commentò la delicata situazione politica del tempo con tali parole: "Uriel V conquistò Esroniet, ma Uriel VI conquistò il Consiglio degli Anziani".

Uriel Septim VI morì nel 3E 317 quando cadde dal suo cavallo durante una delle sue solite finte parate militari, andando a sbattere con la testa contro una pietra. Rimase in coma per qualche giorno, ma nonostante l'intervento dei migliori guaritori provenienti da tutto l'Impero, essi non furono in grado di salvarlo. A succedergli fu la sorella Morihatha Septim, che era maggiormente legata alla Dinastia di Tiber Septim.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso