Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Titus Mede II

1 219pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

256px-TESV Emperor.png

Titus Mede II nel 201 4E

Titus Mede II è un uomo di razza imperiale appartenente alla Dinastia Mede e ricopre la carica di Imperatore di Tamriel all'inizio di The Elder Scrolls V. È il discendente diretto di Titus Mede I e risiede nella Città Imperiale.

Biografia Modifica

Nascita e giovinezza Modifica

Come per molti Imperatori della Dinastia Mede, non si sa molto su questo sovrano e le informazioni che si possono desumere sono poche e frammentarie. È ipotizzabile che Titus nacque nella Città Imperiale a Cyrodiil anche se l'anno è controverso: alcuni ipotizzano il 150 4E, mentre altri il 148 4E. Non si conosce né il nome del padre né quello della madre, comunque è certo che ricevette una rigorosa educazione militare.

Ascesa al trono e Grande Guerra Modifica

Titus Mede II è salito al trono nell'anno 168 4E in un periodo di profonda crisi per l'Impero, che aveva già dovuto sopportare la secessione degli Argoniani del Black Marsh e la perdita di Morrowind. Nell'anno 171 4E gli Altmeri, dopo essersi annessi Valenwood e l'Elsweyr, inviarono un ambasciatore recante un ultimatum: l'Imperatore avrebbe dovuto cedere l'Hammerfell al Dominio Altmeri e versare un oneroso tributo ogni anno. Ritenendo queste condizioni un insulto, cosa che in effetti erano, l'Imperatore rifiutò sdegnosamente. I Thalmor scatenarono dunque la Grande Guerra che portò l'Impero sull'orlo della disfatta, con la conquista il saccheggio della Città Imperiale nell'anno 174 4E da parte dei soldati Thalmor. Tuttavia Titus riuscì a riorganizzare le truppe e a sconfiggere gli Altmeri nella Battaglia dell'Anello Rosso riconquistando la Città Imperiale, dimostrando di essere anche un discreto generale. Egli combatté in prima linea durante la battaglia per suonare i suoi uomini e fu lui a sconfiggere in duello il generale Thalmor Lord Naarifin. Si dice che durante lo scontro l'Imperatore brandisse la leggendaria Spada Goldbrand. Tuttavia, sebbene gli Altmeri fossero stati costretti a ritirarsi con gravissime perdite, la guerra aveva stremato l'Impero così l'Imperatore fu costretto a firmare nel 175 4E il Concordato Oro Bianco che faceva pesanti concessioni al Dominio Altmeri. Il Concordato non fu bene accolto dalle popolazioni dell'Impero tanto che i Redguard dell'Hammerfell, sentendosi traditi (visto che il Concordato cedeva buona parte della loro terra agli Altmeri), proclamarono la secessione dall'Impero e continuarono per conto loro la guerra.

Dopo la guerra Modifica

Dopo la fine del conflitto l'Imperatore si adoperò per tenere insieme ciò che restava del suo Impero. Si adoperò per risanare i danni causati dalla guerra, specialmente nel Cyrodiil meridionale e, nonostante le ristrettezze del bilancio, spese ingenti somme per la ricostruzione. Intensificò i rapporti con Morrowind e cercò di stringere ancora di più High Rock a sé. Tuttavia il Concordato Oro Bianco era fonte di profonda insoddisfazione per i propri sudditi Nord, i quali non cessarono di nascondergli la loro ostilità.

La Morte a Skyrim Modifica

Qualora il Sangue di Drago decidesse di unirsi alla Confraternita Oscura l'ultima missione di questa prevederà di uccidere appunto l'Imperatore su commissione di un componente Bretone del Consiglio degli Anziani di nome Amaund Motierre. L'Imperatore accetterà il suo destino senza opporre resistenza e morirà con incredibile dignità, tuttavia come ultimo desiderio chiederà al Sangue di Drago di uccidere il traditore che ha commissionato il suo assassinio per punirlo del suo tradimento.

Curiosità Modifica

Inoltre su Fandom

Wiki a caso