Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Skaal

1 219pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Gli Skaal sono un popolo affine ai Nord di Skyrim, dai quali si separarono migliaia di anni fa, che vivono sull'isola

SkaalVillageDragonborn.jpg

di Solstheim nel mare settentrionale di Tamriel tra Skyrim e Morrowind. Appaiono nel capitolo The Elder Scrolls III: Bloodmoon e nel DLC Dragonborn del capitolo The Elder Scrolls V: Skyrim.

Storia Modifica

Gli Skaal sono una piccola tribù che vive sull'isola di Solstheim da migliaia di anni. Quando Ysgramor guidò la grande migrazione umana dal freddo continente Atmora a Skyrim, alcuni coloni si insediarono a Solstheim che all'epoca era una penisola collegata a Skyrim. A differenza dei loro fratelli stanziati sul continente, che cominciavano ad integrare le proprie tradizioni con quelle dei popoli di Tamriel, gli Skaal si mantennero cocciutamente attaccati agli antichi costumi atmoriani, rifiutando le credenze e i costumi stranieri. La separazione definitiva tra gli Skaal e i Nord, avvenne durante la ribellione di Miraak contro i suoi signori Draghi. Egli infatti ingaggiò una durissima battaglia contro i suoi antichi padroni, fino a che non venne sconfitto da un altro Sacerdote del Drago di nome Vahlok e il suo tempio raso al suolo. Tuttavia lo scontro fu talmente violento da provocare la separazione di Solstheim dal continente di Tamriel rendendo definitivo l'isolamento degli Skaal. Questa chiusura rimase tale per diversi secoli e gli Skaal furono a lungo gli unici abitanti della grande isola, con eccezione dei Riekling. L'isolamento, benché vi fossero degli sporadici contatti commerciali tra il continente e Solstheim, ebbe ufficialmente fine nell'anno 852 2E con l'avvento al trono di Tiber Septim, il quale inviò dei soldati per stabilire un piccolo avamposto sull'isola, rendendola ufficialmente parte della provincia imperiale di Skyrim.

Descrizione Modifica

Gli Skaal sono un popolo affine ai Nord, solo che la loro organizzazione sociale differisce grandemente dai loro fratelli di Skyrim.

Società Modifica

Wulf Wild-Blood.png

Wulf Sangue Selvaggio, capo dei cacciatori Skaal.

Gli Skaal non sono molto numerosi, tra i cento e i duecento individui compongono la loro comunità, e la maggior parte di loro si concentra soprattutto nel Villaggio Skaal che sorge nella parte settentrionale di Solstheim. Può capitare di imbattersi in gruppi di cacciatori Skaal che vagano per l'isola in cerca di prede. Non è raro che questi cacciatori propongano al Sangue di Drago, qualora li dovesse incontrare, di unirsi a loro nella battuta di caccia al Netch. I cacciatori sono molto rispettati dalla comunità Skaal, anche perché garantiscono la sopravvivenza del villaggio cacciando Horker, cinghiali e si occupano di tenere a bada le incursioni di lupi e Riekling. La struttura della società Skaal è prettamente tribale: a capo del villaggio vi è un capo che viene scelto per acclamazione dai membri della tribù; tutti gli abitanti invece hanno compiti precisi che generalmente passano di padre in figlio. Gli Skaal non sono un popolo di agricoltori, sebbene non siano digiuni della materia, ma basano la propria sussistenza sulla caccia e il commercio con la città di Roccia del Corvo. Analogamente sono anche intrepidi guerrieri che non esitano a gettarsi nella mischia qualora loro o un amico fossero minacciati.

Religione Modifica

Storn Crag-Strider.png

Storn Solca-Dirupi, Sciamano degli Skaal

A differenza dei Nord gli Skaal non hanno mai abbracciato la religione degli Otto Divini, salvo pochissimi casi. Essi, cosa molto rara a Tamriel, praticano una religione prettamente monoteista, imperniata sul culto del Grande Creatore, una divinità onnisciente che secondo loro regola ogni accadimento nell'universo Ad occuparsi delle questioni di culto nella comunità è lo Sciamano del villaggio, che funge da tramite tra la divinità e i fedeli.Pur non adorando gli Aedra essi temono fortemente il potere dei Daedra, tra i quali figurano maggiormente Hircine e Hermaeus Mora, considerandoli degli esseri malvagi che tentano di corrompere gli uomini per allontanarli dalla fede nel Grande Creatore. Il Principe Daedrico ad aver infastidito di più gli Skaal nel corso della loro storia, è stato senza dubbio Hermaeus Mora, il Principe della Conoscenza, che ha sempre cercato di carpire i "Segreti degli Skaal" custoditi dagli Sciamani e tramandati di generazione in generazione.

Cultura Modifica

Gli Skaal sono persone rudi e rotte ad ogni fatica, ma sono leali e capaci di aprirsi con le persone che sono riusciti a conquistarsi la loro fiducia. Non hanno la cultura della guerra come i loro fratelli Nord, ma sono anche loro dei formidabili guerrieri che non fuggono dinnanzi al pericolo. Gli Skaal sono anche gli unici a conoscere i segreti della forgiatura dello Stalhrim, un rarissimo e resistentissimo minerale simile al ghiaccio, ma dalle stesse proprietà dell'Ebano, con il quale forgiano armi e armature molto potenti. Un tempo gli antichi Atmoriani usavano seppellire i loro morti più meritevoli in sarcofagi di Stalhrim.

Iterazioni Modifica

Una volta giunto a Solstheim, il Sangue di Drago avrà la possibilità di incontrare gli Skaal nel loro villaggio che sorge a nord dell'isola, a poca distanza del Tempio di Miraak, oppure di incontrarne piccoli gruppi di cacciatori che si spingono a sud per provare il proprio valore cacciando il possenti Netch.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso