Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Jarl Elisif la Bella

1 218pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

256px-Elisif the Fair.png

Elisif è la vedova dell'ultimo Re dei Re di Skyrim Torygg e attualmente riveste il ruolo di Jarl di Solitude, sostenuta dal Generale Tullius. Poichè è inesperta di politica e amministrazione delega soprattutto ai suoi consiglieri limitandosi ad una generica supervisione. Tuttavia la sua condizione di vedova dell'ultimo Re dei Re la rende un possibile erede al titolo reale; le sue pretese sono sostenute favorevolmente dall'Impero, che vede in lei una Regina decisamente più malleabile di quello che potrebbe un Re come Ulfric. Ha la sua corte all'interno del Palazzo Blu di Solitude, dove amministra la giustizia e gli affari del feudo.

Idee politiche Modifica

Elisif è uno Jarl fedele all'Impero, anche perchè senza l'appoggio del Generale Tullius le sue pretese al trono sarebbero quasi nulle, ma non dimostra di possedere una visione politica a lungo termine: infatti, mentre Ulfric sogna per Skyrim un destino da regno indipendente in grado di confrontarsi contro i Thalmor, un po' sul modello dell'Hammerfell, e di restaurare le antiche tradizioni Nord, Elisif non ha altro progetto che quello di mantenere Skyrim nell'orbita dell'Impero ed essere un fedele vassallo dell'Imperatore. Ciò porta a pensare che, qualora gli Imperiali schiacciassero la rivolta dei Manto della Tempesta, Elisif non sarà altro che un burattino guidato dal Generale Tullius.

Posizione religiosa Modifica

Elisif dichiara in pubblico di non adorare Talos e di averne rifiutato il culto eliminando l'altare del dio dal Tempio dei Nove Divini di Solitude, anche se probabilmente questo comportamento è dettato dalla paura per i Thalmor che, possedendo un'ambasciata nei pressi di Solitude, sono molto occhiuti riguardo al rispetto delle clausole del Concordato Oro Bianco e spesso inviano i propri Giudici per ispezioni. Tuttavia chiede al Sangue di Drago di portare il corno del suo defunto marito Torygg, che era un seguace di Talos, presso l'altare di Talos che si trova nascosto nei pressi di Solitude, affinchè sia rispettata l'antica tradizione funeraria Nord; ciò potrebbe far intendere che in segreto Elisif pratichi ancora la religione dei Nove Divini in barba al Concordato Oro Bianco.

Ruolo nella Guerra Civile Modifica

Qualora il Sangue di Drago si schierasse con la Legione e uccidesse Ulfric, Elisif sarà incoronata Regina e governerà Skyrim sotto la supervisione del Generale Tullius e dei suoi consiglieri, tra i quali spicca il suo Sovrintendete Falk Firebeard. Se il Sangue di Drago decidesse invece di schierarsi con i Manto della Tempesta, dopo la Battaglia per Solitude e la morte del Generale Tullius, Ulfric le chiederà di giurargli fedeltà ma le consentirà di mantenere il titolo di Jarl di Solitude, anche se la guarnigione del feudo sarà formata d'ora in poi dai suoi soldati.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso