Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Hjaalmarch

1 218pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

DescrizioneModifica

Hjalmarch.jpg

Lo Hjaalmarch è uno dei feudi più poveri di Skyrim oltre che il meno popolato. All'inizio della Guerra civile è governato dallo Jarl Idgrod, che è leale all'Impero.

Caratteristiche Modifica

Situato tra l'Haafingar e il Pale, lo Hjaalmarch è un'enorme distesa di malsane paludi e profondi acquitrini popolati di animali selvaggi, spesso pericolosi, e ricoperto perennemente da una fitta nebbia che contribuisce a rendere l'atmosfera del feudo particolarmente spettrale e poco attraente.

Insediamenti Modifica

La popolazione del feudo è assai scarsa e si concentra soprattutto nella capitale Morthal, che è poco più di un villaggio, e la miniera di Rockwallow anche se può capitare di imbattersi in qualche cacciatore isolato all'interno delle paludi. L'unica grande costruzione presente nel feudo, oltre alla casa dello Jarl, è il Forte di Snowhawk, che inizialmente sarà occupato da un numeroso gruppo di negromanti esperti nelle magie di distruzione, poi diventerà un obbiettivo per i Manto della Tempesta, che intendono conquistare il feudo.

Risorse Modifica

Lo Hjaalmarch non è particolarmente ricco di risorse, salvo la miniera di Rockwallow, che però non appartiene al feudo ma ad un ufficiale della Legione Imperiale. Pur possedendo uno sbocco sul mare il feudo è privo di porti, quindi è tagliato fuori dai commerci. L'unica risorsa degna di nota sembra essere quindi il legname, che cresce abbondante nelle paludi e viene lavorato dalla segheria di Morthal. Probabilmente gli abitanti si dedicano anche alla pesca e alla raccolta delle erbe speciali che crescono numerose nelle paludi.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso