Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Figlia del Niben

1 218pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Sommario Modifica

Figlia del Niben copertina.png

Copertina del libro in The Elder Scrolls V: Skyrim

  • Titolo completo: Bravil – Figlia del Niben
  • Autore: Sathyr Longleat
  • Valore: 60
  • Peso: 1

Effetti Modifica

Posizione Modifica

In The Elder Scrolls IV: Oblivion Modifica

In The Elder Scrolls V: SkyrimModifica

Trama Modifica

La città di Bravil è una delle più belle di Cyrodiil. Migliaia di anni prima i nativi ayleid vivevano in prossimità del fiume e durante la Prima Era opposero una grande resistenza alle truppe dell'esercito alessiano guidato dal centurione Teo Bravillius Tasus, da cui la città prende il nome. I soldati si videro costretti ad invadere il villaggio quattro volte: i nativi continuavano ad assassinare gli imperiali di sorveglianza all'interno dell'insediamento col favore della notte. Tasus sospettava che gli ayleid si nascondessero all'interno delle mura e, dopo la quarta invasione, fece un'ispezione accurata della cittadina. Scorse alcuni indizi, dai quali dedusse che i nativi si avvalevano della magia per respirare sott'acqua e levitare tra degli anfratti delle mura, nascondendosi; uccisi gli ayleid rimasti, la città venne finalmente conquistata. I nativi avevano sviluppato gli incantesimi della Branca magica di Alterazione ed erano anche mutaforma.

Una delle costruzioni più famose di Bravil è la statua della Vecchia Signora Fortunata. Si narra fosse una figlia illegittima di una prostituta, motivo per la quale era emarginata, la quale incontrò un sacerdote di Stendarr che le cambiò la visione del mondo. Cresciuta divenne una locandiera e un giorno giunse da lei un avventore particolarmente sgarbato che si rifiutò di pagare, ma lei lo trattò sempre gentilmente; qualche tempo dopo l'uomo ritornò: era in realtà un nobile appartenente alla famiglia reale e la volle ricoprire di ricchezze. Ella era talmente generosa che condivise il denaro con le persone della città: per questo sin dalla Prima Era si erge nella piazza la statua in suo onore.

Contenuto Modifica

Approfondimenti Modifica

Inoltre su Fandom

Wiki a caso