Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Elfi

1 219pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Variazioni altmer.jpg

Gli elfi, noti come mer nella lingua elfica, sono una famiglia di razze discendenti dall'antica razza degli aldmeri. Il termine "elfo" indica sia i maschi che le femmine, a differenza degli uomini, ai qulali ci si riferisce come "uomo" e "donna". Drasticamente diversi dal punto di vista culturale e fisiologico da uomini e uomini-bestia, gli elfi sembrano potersi accoppiare con questi, come dimostra la nascita della razza dei bretoni. La loro pelle è di diversi colori, che variano dal grigio scuro, al verde chiaro, al giallo pallido.

Biologia Modifica

Gli elfi possono vivere centinaia di anni, anche se pochi raggiungono quell'età a causa malattie e violenze. Gli elfi alti sono la razza più resistente alle malattie grazie alla loro prestanza fisica e alla loro naturale abilità nelle arti arcane. Al 3E 432, anno della pubblicazione della Guida tascabile all'Impero, terza edizione, diversi elfi alti ancora in vita si ricordavano della conquista da parte Tiber Septim delle isole di Summerset, cosa che significa che in quel momento avevano più di 400 anni. Secondo alcuni ci sono degli elfi alti nelle isole di Summerset con più di 4000 anni.

Iachesis, mago dell'ordine Psijic, viene menzionato per la prima volta nel 1E 20 e per l'ultima volta nel 1E 2920; questo significa che Iachesis è morto a più di 2900 anni. Si dice inoltre che il mago Divayth Fyr, un elfo scuro, abbia più di 4000 anni. Entrambi hanno però una grande conoscenza della magia, cosa che potrebbe indicare che hanno aggiunto certe età in modi non naturali.

Fisiologia Modifica

Non è difficile distinguere fisicamente gli elfi dagli uomini, in quanto i primi sono molto meno muscolosi e hanno una grande varietà di colori della pelle. Gli elfi hanno inoltre orecchie a punta e volti allungati. La maggior parte degli elfi sono più alti degli uomini, anche se con delle eccezioni (come gli orchi, che sono alti come gli uomini, e gli elfi dei boschi, che sono più bassi).

Generalmente gli elfi sono inoltre più abili nelle arti arcane degli uomini, che hanno invece più affinita nell'uso delle armi.

Origini Modifica

Tutte le razze di elfi discendono dalla razza degli aldmeri che sono arrivati a Tamriel dal continente di Aldmeris.

Gli elfi credono inoltre di discendere dagli aedra, che sono stati ingannati da Lorkhan, che li a convinti a donare la loro immortalità per creare il mondo. Ogni razza ha opinioni diverse sulla mortalità, ma nessuna la considera un dono come gli uomini.

Nonostante la loro origine comune, gli elfi si sono evoluti in razze estremamente diverse tra loro.

Razze principali Modifica

Elfi alti Modifica

Altmer.png

Gli elfi alti, noti in lingua elfica come altmer, sono una razza originaria delle isole di Summerset. Si considerano superiori alle altre razze di elfi e uomini e sono probabilmente la razza più simile agli antichi aldmeri. Il loro nome è dovuto alla loro altezza decisamente superiore a quella delle altre razze di elfi e uomini. Secondo la guida tascabile all'Impero, prima edizione, gli elfi alti hanno praticato per molto tempo l'allevamento selettivo e l'infanticido per mantenere pura la razza. Gli elfi alti sono inoltre molto simili ai chimer, razza dalla quale si sono evoluti gli elfi scuri, cosa che potrebbe rendere questi ultimi i loro parenti più prossimi.

Elfi scuri Modifica

Dunmers.png

Gli elfi scuri, noti come dunmer nella lingua elfica, sono una razza originaria della provincia di Morrowind. Condividono una forte rivalità con i nord, che hanno più volte tentato di invadere la loro terra natale. La loro cultura è profondamente diversa da quella delle altre razze elfiche, in quanto rifutano il culto degli aedra e adorano i daedra come i loro dei viventi. Il loro nome è dovuto al colore della loro pelle, simile a quello della cenere. Secondo la leggenda gli elfi scuri discendono dai chimer, che sono stati trasformati in elfi scuri dal principe daedrico Azura come punizione per i crimini dei loro capi. Nonostante la loro raffinata cultura, gli elfi scuri hanno praticato lo schiavismo fino alla fine della Terza Era e hanno creato una setta di assassini, i Morag Tong, che ha il permesso di uccidere e rimanere impunita in certe circostanze ed è attiva ancora oggi.

Elfi dei boschi Modifica

Bosmer.png

Gli elfi dei boschi, noti come bosmer nella lingua elfica, sono una razza originaria della provincia di Valenwood. Il loro nome deriva dalla loro predilezione per le zone boschive e per la loro abilità nella caccia. La loro cultura è molto meno profonda di quella di elfi alti ed elfi scuri. Rispetto agli altri elfi sono inoltre molto meno esperti nelle arti arcane e sono molto più a loro agio nella natura incontaminata.


Orchi Modifica

Orsimer.png

Gli orchi, noti come orsimer nella lingua elfica, sono una razza originaria della regione di Orsinium, situata nella provincia di High Rock. Nella storia sono stati spesso vittime di discriminazioni da parte delle altre razze di elfi, che non li consideravano veri e propri elfi a causa del loro aspetto, del loro stile di vita molto più rozzo e della loro cultura tribale. Sono molto più robusti delle altre razze di elfi, oltre ad essere dotati di una considerevole forza fisica. Sono inoltre dotati di grosse zanne sporgenti, che li ha fatti considerare da molti alla stregua di uomini-bestia. Come detto prima, gli orchi sono divisi in tribù, che vivono in roccaforti. Ad ogni orco viene assegnato un lavoro nel quale viene addestrato per tutta la vita, oltre che nel combattimento corpo a corpo. Solo i capi delle roccaforti possono sposarsi e avere figli e per assicurare la continuità della specie hanno solitamente più mogli. Questo metodo può essere considerato un metodo di selezione naturale non cruenta, volta a far nascere la prole sempre più forte. Gli orchi che vivono nelle roccaforti seguono il cosidetto "Codice di Malacath", le cui regole sono piuttosto semplici: non uccidere, non rubare e non attaccare qualcuno senza motivo. Le roccaforti non hanno prigioni, in quanto i crimini vengono pagati con un "sacrificio" di sangue, durante il quale la vittima decide quanto sangue far perdere al criminale. In caso di morte della vittima, la pena viene decisa dal capo della roccaforte. Secondo la leggenda gli orchi erano, come i nani e i chimer, adoratori dell'aedra Trinimac; quando il principe daedrico Boetiah ha cercato di convincere i chimer ad abbandonare il culto degli aedra per seguirlo, ha "divorato" (non si sa se in senso figurato o meno) Trinimac, assumendo le sue sembianze. Dopo aver finito, ha lasciato indietro Trinimac, che nel frattempo era diventato il principe daedrico Malacath; anche coloro che erano rimasti fedeli a Malacath avevano assunto nuove sembianze, diventando orchi.

Altre razze Modifica

Elfi del mare Modifica

Ulondil.png

Gli elfi del mare, noti come maormer nella lingua elfica, sono una razza originaria di Pyandonea, un continente a sud di Tamriel. In passato si credeva che fossero stati esiliati dagli elfi alti, ma l'ultima edizione della guida tascabile all'Impero ha rivelato che gli elfi del mare sono i discendenti dei seguaci di Orgnum, un potente nobile esiliato da Aldmeris per aver scatenato una rivolta. Gli elfi del mare hanno la capacità di mutare il colore della pelle e conoscono una speciale magia del serpente.

Elfi mancini Modifica

Gli elfi mancini sono una razza di elfi originaria di Yokuda, un continente a ovest di Tamriel. Sono stati decimati durante una guerra con le redguard, l'altra razza originaria di Yokuda, e si sono definitivamente estinti quando il continente è sprofondato nel mare.

Velothi cantemirici Modifica

I Velothi cantemirici sono una razza di elfi originaria di Black Marsh che si è estinta nel 2E 560 a causa dell'influenza Knahaten. Non si hanno informazioni di loro e non è neanche chiaro se fossero effettivamente una razza di elfi a sè stante o se, come suggerisce il nome, fossero semplicemente una tribù di elfi scuri.

Razze antiche Modifica

Aldmeri Modifica

Vanus Galerion.jpg

Gli aldmeri sono la razza elfica ancestrale e sono diretti discendenti degli Ehlnofey (insieme agli hist, che sono l'unica razza antica ancora in vita). In seguito gli aldmeri si sono evoluti in numerose altre razze. Si crede che gli elfi alti siano la razza vivente più simile agli aldmeri. I principi daedrici hanno più volte interferito nella vita degli aldmeri per creare le nuove razze (come elfi scuri e orchi). Il termine "aldmeri" viene spesso usato in maniera impropria per indicare tutti gli elfi, in particolare da oratori imperiali, che non conoscono la storia degli elfi. L'ultimo aldmer conosciuto, Vanus Galerion, è morto durante la Seconda Era.



Elfi della neve Modifica

Paladino Gelebor.png

Gli elfi della neve, noti come falmer nella lingua elfica, sono una razza che abitava Skyrim prima dei nord. Dopo essere stati cacciati dai nord si sono rifugiati sottoterra dai nani, che li hanno ridotti in schiavitù trasformandoli nei falmer. Creduti estinti da millenni, alcuni elfi della neve si sono rifugiati nella valle perduta, dove sono sopravvissuti fino agli inizi della Quarta Era. Gli elfi della neve sopravvissuti preferiscono essere chiamati elfi della neve piuttosto che falmer, termine che indica le bestie in cui si sono trasformati i loro compagni, da loro chiamati "I traditi".



Nani Modifica

Nano.png

I nani, noti come dwemer in lingua elfica, erano una razza di elfi che hanno rigettato il culto tradizionale dei loro simili, per concentrarsi nello studio di scienza e magia, che ha permesso loro di raggiungere livelli tecnologici mai raggiunti neanche nei millenni successivi. Il loro nome deriva dalla loro abitudine di costruire enormi edfici, come case o officine, nelle profondità di Tamriel. I nani erano distribuiti in tutta Tamriel, specialmente a Morrowind e Skyrim. Fisicamente molto simili agli altri elfi, si distinguevano per le folte barbe. Erano nemici giurati dei nord, con i quali hanno combattuto diverse guerre. Si sono improvvisamente estinti durante la Seconda Era per motivi sconosciuti. Si crede che i nani siano l'unica razza di elfi ad essersi evoluta dagli aldmeri prima del loro arrivo a Tamriel, per poi raggiungere il continente autonomamente. L'ultimo nano conosciuto è Yagrum Bagarn, il cui aspetto è tuttavia molto diverso da quello di un nano adulto a causa di un'infezione.


Elfi selvaggi Modifica

Laloriaran Dynar.png

Gli elfi selvaggi, noti come Ayleid nella lingua elfica, erano una razza di elfi originaria delle terre centrali di Tamriel. Vivevano principalmente nel nord di Cyrodiil durante l'Era Meretica e la Prima Era. Erano inoltre noti per la loro complessa e intricata architettura, che si è in parte conservata. Le rovine sotterranee dei palazzi degli elfi selvaggi contengono ancora i resti della loro magia (in particolare le pietre di Varla), oltre che artifatti occasionali. Sono inoltre responsabili della torre d'Oro Bianco, che si erge ancora oggi al centro della Città Imperiale. Dopo essere stati sopraffatti da una ribellione organizzata dai loro schiavi umani durante la Prima Era, sono stati deportati a sud, alle isole di Summerst, dove sono stati assimiliati dagli elfi alti. Nonostante alcuni elfi che affermavano di essere elfi selvaggi siano apparsi durante la Seconda Era, gli studiosi sono concordi nell'affermare che gli elfi selvaggi si sono estinti durante la Prima Era o sono comunque sopravvissuti in piccole tribù nel cuore delle foreste di Cyrodiil.

Chimer Modifica

Almalexia.png

I chimer erano un gruppo di aldmeri che hanno rigettato gli insegnamenti tradizionali della loro razza. Questi elfi hanno infatti scelto di adorare i principi daedrici Azura, Boetiah e Mephala e di praticare il culto ancestrale, rifiutando il culto degli aedra. I chimer sono stati guidati da un profeta di nome Veloth dalle isole di Summerset ad una grossa isola situata nel centro di Tamriel, da loro battezzata Veloth, ma che sarebbe in seguito diventata nota con il nome di Vvardenfell. A Vvardenfell i chimer hanno convissuto con i nani, alternando periodi di pace e di guerra e combattendo diverse battaglie con i nord fino alla metà della Seconda Era. Durante questo periodo è scoppiata una catastrofica battaglia che ha causato la mutazione dei chimer negli elfi scuri.

Razze derivate Modifica

Bretoni Modifica

Bretoni.png

I bretoni, noti come manmer nella lingua elfica, sono una razza ibrida, risultato dell'incrocio tra elfi ed uomini, in particolare delle schiave nord catturate durante la Prima Era. Il loro aspetto è molto più simile a quello degli uomini rispetto a quello degli elfi, dai quali ereditano i lineamenti più dolci e l'affinità con le arti magiche. Prima della conquista di Skyrim da parte dei nord erano vittime di discriminazioni. A questo punto si sono mescolati con i nord, prima di migrare in massa verso High Rock.

Falmer Modifica

Falmer.jpg

I falmer sono i discendenti degli elfi della neve, che si sono trasformati in creature primitive a causa dei millenni trascorsi nelle profondità di Skyrim. Il loro aspetto è profondamente cambiato, in quanto la loro pelle è di colore grigio pallido e la loro postura è molto incurvata; hanno inoltre perso l'uso della parola. Gli anni vissuti nel sottosuolo li hanno inoltre resi ciechi, ma hanno al contempo contribuito a migliorare notevolmente gli altri sensi, evitando di svantaggiarli in combattimento.

Voci correlate Modifica

Inoltre su Fandom

Wiki a caso