Fandom

The Elder Scrolls Wiki

Atmora

1 218pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Mappa del Nirn.png

Atmora, nota anche come Altmora e Bosco Antico, è un continente ghiacciato situato nell'estremo nord del Nirn. È la terra d'origine della razza umana del popolo Nord, i cui antenati, guidati dal valoroso Ysgramor, migrarono dal freddo continente alla ricerca di una nuova patria. Attualmente Atmora è un continente desolato, punteggiato di antiche rovine e disabitato.

Storia Modifica

StatuaYsgramor.png

Statua del leggendario eroe nord Ysgramor

Secondo la leggenda tutti gli uomini, ad eccezione dei redguard, sono originari di Atmora. Durante l'Era Meretica sono poi migrati a Tamriel, dove si sono evoluti nelle attuali razze umane, gli imperiali, i nord e i bretoni.

Durante la tarda Era Meretica si scatenò ad Atmora una lunga serie di sanguinose guerre civili. Per sfuggire alle devastazioni della guerra un gruppo di uomini, guidati dal leggendario eroe nord Ysgramor, organizzarono una spedizione per lasciare Atmora. Dopo aver navigato verso sud, la spedizione attraccò a Capo Hsaarik, nell'estremo nord di Skyrim, dove fondarono leggendaria città di Saarthal. A quel tempo Skyrim era abitata dagli elfi della neve (per questo motivo i nord hanno battezzato la provincia Mereth) i quali inizialmente accolsero benevolmente i profughi Atmoriani. Successivamente però, preoccupati dall'elevato tasso di natalità dei Nord, gli Elfi della Neve decisero di sterminare gli uomini: così attaccarono Saarthal e gli altri villaggi Nord, sterminando tutti i suoi abitanti in quella che passò alla storia come la Notte delle Lacrime. Ysgramor e i suoi due figli, Yngol e Ylgar, assieme ad alcuni superstiti del massacro, riuscirono a raggiungere una nave e a ritornare ad Atmora, dove nel frattempo la guerra civile era terminata. Ad Atmora Ysgramor raccontò del vile tradimento operato dagli elfi e gli Atmoriani invocarono una sanguinosa vendetta per vendicare i fratelli caduti. Fu così che venne formato un esercito, in seguito noto come i Cinquecento Compagni, per invadere Skyrim, posto sotto il comando di Ysgramor e dei suoi figli. Tre navi salparono da Atmora e il comando era rispettivamente affidato a Ysgramor e ai suoi figli Yngol e Ylgar. La flotta salpò per Skyrim in quello che è passato alla storia come il Giorno del Passaggio Finale. Solo le navi comandate da Ysgramor e da Ylgar giunsero però a Skyrim, in quanto la Harakk, la nave comadata da Yngol, fu attaccata dai fantasmi marini, che non lasciarono alcun sopravvissuto. I superstiti guidato da Ysgramor e Ylgar riconquistarono Saarthal, per poi espandere la loro offensiva nell'intera Skyrim, costringendo gli elfi della neve a rifugiarsi sotto terra. Ysgramor ha poi fondato la città di Windhelm, che è diventata la capitale dell'Impero Nord. Nonostante la fondazione di un nuovo regno atmoriano, i legami con la madrepatria non cessarono e per secoli i contatti vennero mantenuti almeno fino alla 2 Era.

La leggenda delle origini atmoriane di Tiber Septim Modifica

Alcune leggende affermano che Tiber Septim fosse originario del freddo continente di Atmora e che lui e la sua famiglia avrebbero fatto di una delle ultime ondate migratorie dalla patria ancestrale dei Nord. Uno degli indizi che confermerebbero le origini atmoriane di Tiber Septim sarebbero il nome Hjalti Barba-precoce, tipicamente nordico.

Popolazione Modifica

Guerrieri Atmoriani fan-art.jpg

Guerrieri Atmoriani in una fan-art

Gli Atmoriani furono i progenitori degli attuali Nord (i quali hanno conservato la maggior parte delle caratteristiche) e tutte le razze umane di Tamriel, fatta eccezione per i Redguard di Yokuda, possono di dire di discendere in massima parte dai guerrieri Atmoriani che si insediarono a Skyrim e in seguito si dispersero nel nord di Tamriel, divenendo noti come Nedii. Da quello che si può dedurre dai documenti e dalle testimonianze artistiche, gli Atmoriani erano uomini molto alti, dalla carnagione chiara con tonalità di capelli variabili dal biondo cenere al nero corvino. Considerato il clima rigido del continente, questi uomini dovettero adattarsi alle dure condizioni imposte dalla natura: ciò li rese estremamente resistenti alla fatica e molto abili al combattimento, ma indurì anche i loro cuori e li rese diffidenti e poco inclini al compromesso. All'epoca di Ysgramor scoppiarono ad Atmora duna serie di sanguinose guerre che misero a dura prova la sopravvivenza degli Atmoriani; gli studiosi ipotizzano che queste furono causate da un inatteso boom demografico che rese ancora più scarse le poche risorse del continente, oppure che un irrigidimento del clima abbia costretto gli abitanti di Atmora ad abbandonare la propria terra. È ignoto se esistano altre tribù sopravvissute ai frequenti esodi verso Tamriel. Una spedizione esplorativa imperiale, inviata ad Atmora durante la 3 Era, riferì che il continente era completamente disabitato e punteggiato dalle rovine delle antiche città Atmoriane.

Clima Modifica

Stando agli studi degli scienziati imperiali e alle spedizioni esplorative imperiali durante la 3E, Atmora è un continente freddo, perennemente ricoperto dai ghiacci e con una fauna tipica degli ambienti freddi. Molti si sono interrogati su come abbia potuto svilupparsi una civiltà in un continente così povero, tuttavia nel testo "Canzoni del Ritorno", che raccoglie le antiche storie Atmoriane tramandate dai discendenti di Ysgramor e dei Cinquecento Compagni, raccontano di "verdi estati" e "lussureggianti spiagge ricoperte di verde". Ciò porta a credere che un tempo il continente fosse ricoperto di foreste e il clima fosse più temperato, ma i cambiamenti climatici abbiano reso inabitabile il continente costringendo gli abitanti a fuggire.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso